Indietro

Poste fa marcia indietro sulle chiusure in Toscana

Poste italiane ha deciso di ritirare il provvedimento che prevedeva la chiusura pomeridiana di alcuni uffici postali in otto Comuni

FIRENZE — Poste italiane ha fatto marcia indietro sulla decisione di chiudere nelle pomeridiane alcuni uffici postali situati nei Comuni di Firenze, Barberino-Tavarnelle, Castelnuovo Garfagnana, Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Forte dei marmi, Pietrasanta e Chianciano Terme.

"Una vittoria dei sindaci interessati e di Anci Toscana che ieri aveva richiesto a Poste un incontro ugente per discutere le problema - si legge in una nota dell'associazione dei Comuni - Incontro fissato per il 22 ottobre che si terrà comunque per fare il punto sulla situazione nella regione".

Soddisfatto il direttore di Anci Toscana Simone Gheri che, nella richiesta di incontro, aveva parlato di "incomprensibile ridimensionamento del servizio. "Non è possibile, come è successo anche questa volta, che i sindaci apprendano di ulteriori riduzioni del servizio sui loro territori, senza alcuna informazione da parte di Poste" ha scritto Gheri.

"Evidentemente anche in Poste si sono resi conto che si sarebbe trattato di un errore, sia nel metodo che soprattutto nel merito - ha concluso Gheri - Auspichiamo che i rapporti vengano ristabiliti nel quadro della piena collaborazione e della condivisione delle scelte, così come era emerso nella giornata nazionale di incontro, alcuni mesi fa, tra Comuni e Poste italiane".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it