Indietro

Povero in canna per non pagare il ticket

L'autocertificazione per dichiarare un reddito fasullo e ottenere in esenzione totale visite specialistiche e farmaci. Un trucco pagato a caro prezzo

SIENA — La guardia di finanza di Siena ha stretto il cerchio attorno a un uomo, residente nella zona dell'Amiata, che ha dichiarato tramite autocertificazione un reddito inferiore al proprio arrivando così a evadere mille euro di ticket che in realtà avrebbe dovuto pagare.

Il falso povero è stato individuato anche grazie all'impiego di un software specifico predisposto dai finanzieri che intercetta le posizioni dei soggetti "redditualmente incoerenti" rispetto al beneficio richiesto. Il programma permette di velocizzare e dunque di agevolare il lavoro del corpo. 

Alla fine è arrivato il conto, decisamente salato: oltre ai ticket evasi, il falso povero dovrà anche pagare una sanzione amministrativa tripla rispetto al beneficio ottenuto. 

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it