Indietro

Febbraio, il mese degli incentivi per la geotermia

Mancano poche settimane all'atteso sblocco degli incentivi, passaggio fondamentale per l'area dei 14 Comuni. Tra quattro anni scadono le concessioni

POMARANCE — I quattordici Comuni geotermici aspettano con fiducia febbraio, mese in cui il Governo dovrebbe sbloccare gli incentivi per la geotermia. La notizia è stata data qualche giorno fa dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, durante l'incontro organizzato a Pomarance da Confapi e dai sindacati.

Una boccata di ossigeno importante per un vasto territorio (14 Comuni) in cui la geotermia è centrale e crea lavoro sia diretto che indiretto, grazie all'indotto. Sono cinquemila le persone impiegate grazie alla geotermia.

Ma le buone e attese notizie non sono finite, infatti Rossi ha detto che "la Regione intende dare il via ad un pacchetto finanziario in grado di dare ossigeno a questo settore. A breve convocheremo a Firenze un incontro con Fidi Toscana, mondo imprenditoriale e Cosvig, il Consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche, per mettere a disposizione di questo settore un primo pacchetto di finanziamenti a condizioni vantaggiose".

Rossi si è soffermato anche su altri due aspetti: "Conto entro la fine della legislatura di adottare due provvedimenti, uno per trasformare il Cosvig in una vera e propria Agenzia per lo sviluppo di queste aree e l'altro per dichiarare questo territorio Distretto geotermico, così da permettere un confronto tra tutti i soggetti interessati allo sviluppo dellangeotermia".

Nonostante le buone prospettive c'è uno scoglio all'orizzonte, datato 2024. Tra quattro anni infatti scadranno le concessioni per lo sfruttamento geotermico. La Regione ha steso un Accordo di programma che Enel ha condiviso, ma che ha deciso di non firmare finché la produzione geotermica non verrà nuovamente incentivata. Rossi ha rimarcato che è importante cominciare subito a discutere cosa fare dopo il 2024.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it